• Italiano
  • English
  • Français

LE ESIGENZE DEL MONDO DELLA MECCANICA

Lettera sulle esigenze del mondo della meccanica

di Carlo Pellicola, Amministratore Unico di Molitecnica Sud e Presidente di Confimi Meccanica Puglia.

Carlo Pellicola, Amministratore Unico di Molitecnica Sud e Presidente di Confimi Meccanica PugliaCari Amici Imprenditori, di seguito le mie considerazioni in merito alle esigenze del mondo della meccanica in questo periodo di emergenza sanitaria.

La recente iniziativa messa in atto dal Governo, con le ulteriori restrizioni sulla libertà di ciascuno di noi e la possibilità di accedere alla cassa integrazione straordinaria, va nella direzione di salvaguardare soprattutto la salute della collettività, ivi compresa delle nostre famiglie, dei nostri collaboratori e dei loro cari.

Tutto questo è, naturalmente, necessario per combattere questo nemico chiamato COVID-19. Ma non basta.

Confimi può e deve giocare un ruolo di assoluta credibilità. Un nuovo modello di rappresentanza, che deve insediarsi nelle nostre menti, prima di ogni altro luogo, per poi trasferirsi nelle autorità di gestione, nei consorzi industriali, nelle banche e nella politica.

Confimi è stato anche il capofila dell’iniziativaF24 Io pago” che ha invitato a rispettare la scadenza del 16 marzo per tutti coloro che potevano pagare. L’iniziativa è stata ben accolta dagli imprenditori, sia in Puglia che nel resto dell’Italia.

Perché autosospensione

Seguendo queste premesse, occorre capire meglio le intenzioni del nostro Governo, in quanto al momento le decisioni prese non sembrano adattarsi alle nostre aziende metalmeccaniche. La maggior parte delle aziende ha infatti optato per l’autosospensione della produzione e delle attività lavorative. I motivi che hanno spinto gli imprenditori a questa scelta si possono riassumere nei seguenti punti:Le esigenze del mondo della meccanica

  1. Inefficienza dei trasporti: a causa dell’emergenza, i trasporti sono, giustamente, impegnati con il trasporto di beni di prima necessità e di quelli utili alla sanità. Ma questa priorità fa si che i materiali e gli accessori utili alla produzione siano difficili da reperire.
  2. Sistemi di protezione individuale: la sanità richiede una grande quantità di dispositivi di sicurezza. Ma ciò rende difficile l’approvvigionamento degli stessi nelle nostre aziende. A partire dalle mascherine, normalmente utilizzate per la produzione nel settore metalmeccanico, già da prima del virus. Queste sono quindi necessarie durante il periodo di emergenza e lo saranno anche dopo, quando tutto sarà finito (sperando che tutto finisca al più presto).
  3. Mancato fatturato: il mancato fatturato è una conseguenza dei punti trattati precedentemente e non credo ci sia altro da aggiungere in merito.

Mi auguro che il Governo italiano comprenda al più presto l’urgenza di mettere a disposizione del mondo delle imprese quanta più liquidità possibile e che lo faccia in modo diretto ed efficace, senza transitare dalle banche. Solo in questo modo sarà possibile far ripartire immediatamente e in modo esponenziale il nostro paese, la nostra Italia.

Carlo Pellicola

Amministratore Unico Molitecnica Sud e Presidente Confimi Meccanica Puglia

Confimi Impresa Meccanica